Dott. Massimo Sperduti - L’ISTITUTO DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO COME DISPOSIZIONE DI CARATTERE GENERALE – Risoluzione n.115/E Ade del 1° settembre 2017

L’ISTITUTO DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO COME DISPOSIZIONE DI CARATTERE GENERALE – Risoluzione n.115/E Ade del 1° settembre 2017

Con la Risoluzione n. 115/E del 1° settembre 2017, relativa all’applicabilità del ravvedimento operoso alla sanzione per omessa o tardiva comunicazione della proroga del contratto di locazione in regime di cedolare secca, l’Agenzia delle Entrate ha affermato in maniera netta il principio dell’omnicomprensività del predetto istituto, il quale consente al contribuente di rimediare in modo spontaneo alla generalità delle omissioni e/o irregolarità commesse, beneficiando, così, di una consistente riduzione della sanzione in dipendenza del tempo trascorso dal termine previsto per il puntuale adempimento dell’obbligazione tributaria.

Tale assunto, secondo l’Agenzia delle Entrate, deriva dalla formulazione letterale dell’articolo 13 del decreto legislativo n. 472 del 1997, il quale, in apertura, stabilisce che “la sanzione è ridotta”, senza ulteriori precisazioni, e, all’ultimo comma, prevede che “le singole leggi ed atti aventi forza di legge possono stabilire, ad integrazione di quanto previsto nel presente articolo, ulteriori circostanze che importino l'attenuazione della sanzione.”

Così facendo la predetta disposizione “apre” ad ulteriori ipotesi normative di riduzione della sanzione “senza escludere per tale motivo l’applicazione del ravvedimento.”

Peraltro, secondo l’orientamento esposto, lo scopo premiale dell’istituto in argomento si estende alla totalità delle violazioni tributarie, sempre che vengano rispettati le modalità ed i termini applicativi previsti dalla norma; le eventuali esclusioni, dovute a ragioni di politica tributaria, devono essere espressamente previste.

Al riguardo, per consultare la Risoluzione in esame clicca qui

Dott. Massimo Sperduti

Commercialista

Revisore Contabile

Clicca sul nome per visionare gli altri articoli del collaboratore Dott. Massimo Sperduti

Modulistica utile