Avv. Eugenio Gargiulo - Solo gli psicologi iscritti all’albo possono fare consulenza. I cd. psicosomatisti commettono invece “esercizio abusivo della professione”

Solo gli psicologi iscritti all’albo possono fare consulenza. I cd. psicosomatisti commettono invece “esercizio abusivo della professione”

Nel caso di patologie di natura psicologica, anche la semplice consulenza può essere fatta soltanto da uno psicologo iscritto all’albo. Vista la delicatezza degli interventi, infatti, è sempre necessario essere laureati e specializzati in psicoterapia, dal momento che sono molto rigidi i paletti posti dalla legge (Legge 56/1989) a questa delicata professione.

E’ quanto ha precisato la Suprema Corte di Cassazione in una sua recentissima sentenza .( in tal senso Cass. sent. n. 16562/2016).

In definitiva, bisogna diffidare dalle imitazioni: le definizioni parallele, che non parlano di “psicologo”, non hanno valore legale. E anzi, fanno scattare il reato di “esercizio abusivo della professione”. Nel caso di specie, il soggetto condannato si era definito “psicosomatista”, esibendo una serie di titoli sul proprio sito internet.

Tutte le patologie di natura psicologica, dall’ansia fino alle ricadute emotive dell’obesità, sono riservate agli psicologi anche se si tratta di un semplice consulto e non di una tradizionale seduta con tanto di diagnosi e cura. Le sedute invece risultano fondate sul dialogo e chi sta dall’altra parte della scrivania fa da guida fornendo indicazioni per la prevenzione del disagio o addirittura la guarigione del paziente.

 

Avv. Eugenio Gargiulo

Clicca sul nome per visionare gli altri articoli del collaboratore Avv. Eugenio Gargiulo

Modulistica utile